Cosa erano le “spintrie” nell’antica Roma?

Curiosità dal mondo dell’Antica Roma.

Le SPINTRIE erano una sorta di gettoni, coniati in bronzo o in ottone, grandi circa una moneta da 50 centesimi di euro.

Venivano usati per pagare le varie prestazioni nei bordelli, detti “lupanari” , da lupa che in latino significa prostituta.

Le due facce del gettone erano incise, da una parte la rappresentazione di una scena erotica corrispondente alla prestazione richiesta (dal coito alla fellatio), dall’altra i numeri romani, da I a XVI, indicanti i prezzi di detta prestazione.